sabato 16 maggio 2015

Pane integrale col poolish!!

Come avrete capito la scoperta della poolish mi ha esaltato, il pane viene leggero, gonfio e molto più digeribile usando pochissimo lievito, è stato subito amore dalla prima volta che l'ho usato, quindi, adesso farò un po di esperimenti, e siccome sto  cercando di perdere qualche chiletto, l'ho farcito con un formaggio spalmabile light e zucchine al forno! e devo dire che ho gradito molto, con poco ho creato una cenetta sfiziosa e sana!


Per la poolish:
  • 150 gr di farina manitoba
  • 3 gr di lievito di birra
  • 150 ml di acqua
Sciolgo il lievito nell' acqua e aggiungo la farina, mescolo velocemente con un cucchiaio di legno, copro con la pellicola, e lascio riposare 4 ore circa.

Per l'impasto:
  • 150 gr di farina integrale
  • 150 gr di farina manitoba
  • 300 gr di poolish
  • 200 ml di acqua
  • 13 gr di sale
Metto nella planetaria l'acqua col sale e ci aggiungo la poolish, faccio sciogliere il tutto, poi ci aggiungo la farina e faccio lavorare il gancio per 10/15 minuti, quando l'impasto è pronto lo faccio riposare fino che non si gonfia.
Una volta che l'impasto è lievitato lo rilavoro e formo i miei panini, e li rimetto a lievitare circa un ora, una volta cotti e raffreddati li farcisco a piacere!








mercoledì 6 maggio 2015

Chelsea buns!!

Sono sempre molto incuriosita dai dolci di altri paesi, oggi sono capitata a Londra, virtualmente si intende....e ho scovato le chealsea buns, ovvero delle girelle di pasta brioches con un ripieno di uvetta e frutta secca, per le originali, mentre confettura ai frutti di bosco per me, diciamo che le ho "alleggerite" e poi non amo molto la frutta secca.
Io le ho fatte in versione mignon ma se volete potete fare anche delle pezzature più grandi per soddisfare palati più golosi!




  • 500 gr di farina
  • 225 ml di latte
  • 1 uovo
  • 80 gr di zucchero
  • 50 gr di margarina
  • 100 gr di pasta madre
  • 3 gr di lievito di birra
  • mezzo cucchiaino di sale
  • confettura ai frutti di bosco
Per la glassa:
  • 50 gr di zucchero
  • 60 ml acqua
Nella planetaria ho messo il latte e ci ho fatto sciogliere la pasta madre e il lievito, una volta sciolti ci ho aggiunto l'uovo, la margarina, lo zucchero, il sale e infine la farina setacciata. ho formato una bella palla liscia e l'ho fatta lievitare 4 ore circa, poi ho ripreso l'impasto e ho fatto una sfoglia alta circa 5 mm, ci ho spalmato la confettura, e l'ho arrotolata, ho tagliato le girelle delle spessore di circa 2 cm e le ho disposte su una teglia abbastanza distanziate l'una dall'altra, e le ho fatte lievitare altre  2 ore poi le ho cotte a 180 gr per 30 minuti.
Nel frattempo ho fatto la glassa in un pentolino ci ho messo l'acqua e lo zucchero e ho fatto sciogliere lo zucchero, e quando le girelle si sono raffreddate ci ho sparso la glassa in abbondanza.


sabato 2 maggio 2015

Ciambella alla ricotta!!

E' un po di tempo che Valter mi chiede questa torta, la torta di ricotta che gli faceva sempre la madre, ma io, sempre alla ricerca di cose diverse, non l'ho mai voluta provare, povero!! fino qualche giorno fa, dopo l'ennesima richiesta mi sono decisa, così telefono alla mano abbiamo chiamato mia suocera, che come ormai tutti sapete vive in Sardegna, e ci siamo fatti dare la ricetta, pochi ingredienti e semplici, mi sono chiesta cosa avrà di così speciale??
Dopo averla provata so cos'ha di così speciale, è una torta morbidissima, non rimane asciutta all'interno, è molto semplice, e veloce da fare, non è pesante e poi la si può personalizzare, infatti ci volevo mettere le gocce di cioccolato ma sono stata subito ammonita da Valter, lui la voleva semplice....e poi di speciale ha il ricordo, il ricordo che lo lega alla mamma, che è lontana, la mamma è sempre la mamma!
  • 300 gr di ricotta di mucca
  • 300 gr di farina
  • 250 gr di zucchero
  • 3 uova
  • 1 bustina di lievito per dolci


Per prima cosa divido i tuorli dagli albumi, monto gli albumi a a neve con metà dello zucchero e li metto da parte, poi monto i tuorli con l'altra metà dello zucchero,e ci aggiungo la ricotta passata con un passino per renderla più fine,  poi setaccio anche la farina e il lievito e li aggiungo ai tuorli e ricotta, solo alla fine aggiungo  gli albumi montati, sempre dall'alto verso il basso per non far smontare il composto, inforno a  180 gr per circa 30 minuti!

lunedì 27 aprile 2015

Pane con la poolish!

Per la festa del 25 Aprile mi sono presa tre giorni di ferie, ne avevo bisogno, così con una coppia di amici siamo andati a visitare Gubbio, dista solo un ottantina di chilometri da Mondavio e pensare che non ci eravamo mai andati, questo ci fa capire che siamo circondati da cose belle e a volte non ce ne rendiamo conto!! Vi lascio qualche fotina prima della ricetta:



E adesso passiamo alla ricetta, il pane con la poolish, la poolish è una sorta di lievitino e con la quale abbiamo la possibilità di mettere meno lievito, l'importante è aumentare il tempo di fermentazione, vi spiego meglio, per prima cosa ho fatto la poolish:


  • 150 gr di farina 0
  • 3 gr di lievito di birra
  • 150 ml di acqua
Per prima cosa sciolgo il lievito nell'acqua, poi metto la farina in una ciotola,ci aggiungo l'acqua in cui ho sciolto il lievito, e mescolo con un cucchiaio di legno, copro l'impasto con la pellicola e lo lascio riposare 4 ore.

Trascorse le 4 ore la poolish dovrebbe aver raddoppiato il suo volume ed è pronta per essere utilizzata per il pane, ci servirà:

  • 300 gr di farina 0
  • poolish
  • 200 ml di acqua
  • 13 gr di sale
Divido l'acqua in due ciotole, in una ci sciolgo il sale e nell'altra ci sciolgo la poolish, nella poolish ci aggiungo la farina, e infine l'acqua col sale, e impasto per 15 minuti, poi ho formato una palla e l'ho messo a lievitare un oretta circa,dopo la prima lievitazione si riprende l'impasto e gli si da la forma desiderata, io l'ho cotto in una ciotola per dargli la forma a cupola, ma potete dargli la forma che volete!
Poi una volta passata un altra ora si mette in forno per 30 minuti circa a 180 gr!




giovedì 23 aprile 2015

Uova e piselli!

Sarà la primavera o il cambio di stagione, ma questo periodo ho poche energie, quindi, ho iniziato a prendere degli integratori, e sinceramente sembra che mi stiano facendo bene, mah, o forse è solo suggestione, no so.
Avendo bisogno di energie ho deciso di fare questo piatto che mi ha insegnato mia madre, le uova coi piselli, lo so è un piatto semplice, ma è un piatto che ho nel cuore, e così un giorno avendo a disposizione uova freschissime ho deciso di farlo:


  • 300 gr di piselli
  • 2 uova
  • cipolla
  • olio
  • passata di pomodoro
  • sale
  • peperoncino

Faccio soffriggere la cipolla nell' olio, aggiungo i piselli e li faccio cuocere 10 minuti, poi aggiungo la passata e un po di acqua,  verso fine cottura aggiungo le uova una  alla volta intere e copro con il coperchio e faccio cuocere pochi minuti.
Non è la solita frittata ma una divertente variante, provatela!!


Infine volevo ringraziare Alex di C'è crisi c'è crisi! che ha creato per me il mio nuovo header e le icone sociali, vi piacciono?? io ne sono entusiasta e Alex è stata gentilissima e disponibile, grazie ancora!!!

giovedì 16 aprile 2015

Filetto di maiale in porchetta!

Vi parlo subito della ricetta perché ne sono rimasta entusiasta, un filetto di maiale in porchetta, o, porchetta di filetto di maiale, va beh, come lo chiami lo chiami è delizioso.
L'idea l'ho presa in una puntata della prova del cuoco, dico l'idea perché a suo tempo non segnai la ricetta ma me la sono ricordata bene, perché gli ingredienti sono semplici e di facile reperibilità!
Io adoro il filetto di maiale perché oltre ad essere economico se lo sai cucinare è anche buono, il segreto è non farlo stra cuocere, altrimenti diventa stopposo.


  • 500 gr di filetto di maiale
  • 100 gr di pancetta grassa
  • rametto di rosmarino
  • rametto di finocchietto selvatico
  • 2 spicchi di aglio piccoli
  • sale
  • pepe










Non sono solita mettere tutte le foto della preparazione, ma volevo mostrarvi com è semplice fare questa delizia, per prima cosa ho aperto il filetto a libro e l'ho cosparso di finocchietto, rosmarino, aglio pepe e sale, poi l'ho arrotolato e avvolto nella pancetta, legato con dello spago da cucina e messo in forno per 20/25 minuti senza aggiungere olio, anche perché la pancetta sciogliendosi ci fornirà il puccino.

giovedì 9 aprile 2015

Gnocchetti rigati!!

Pasqua e Pasquetta sono passate, voi che avete fatto?? Diciamo che io l'ho passata con la mia seconda " famiglia" ovvero i miei colleghi al bar, ho praticamente lavorato, come qualcuno di voi già sa, abito in un paesino che fa parte dei borghi più belli d'Italia, Mondavio, quindi in questi giorni di festa i turisti non mancano, specialmente la pasquetta, c'è stata una miriade di gente, e io mi sono fatta 12 ore consecutive senza mai fermarmi, in uno dei prossimi post dovrò parlarvi di questo paesino stupendo. 
Ma passiamo alla ricetta, oggi avevo voglia di impastare, quindi mi sono messa a fare gli gnocchetti rigati, e li ho conditi con dei pomodorini confit frullati, delle mandorle tritate e una cialda di parmigiano.

Per gli gnocchetti:
  • 140 gr di farina per pasta
  • 80 gr di acqua
Per il condimento:
  • pomodorini confit
  • 30 gr di mandorle
  • 20 gr di parmigiano grattugiato
  • olio
  • sale

Ho preparato gli gnocchetti mescolando la farina con l'acqua, e ho messo l'impasto a riposare in frigo per circa mezz'ora, trascorsa mezz'ora ho preso l'impasto e ne ricavo delle strisce, e da ogni striscia dei pezzi pasta che andrò  a passare nel riga gnocchi. Poi preparo i pomodorini confit, potete vedere la preparazione qui, ne preparo circa una decina e li frullo, ne lascio 2 o 3 pomodorini a parte per la guarnizione.
Trito le mandorle e preparo la cialda di parmigiano, in una padella antiaderente metto il cucchiaio di parmigiano per formare la cialda, la lascio raffreddare e ne trito dei pezzi con le mani e ne lascio uno più grande sempre per la guarnizione. 
Cuocio gli gnocchetti e compongo il piatto, aggiungo gli gnocchi hai pomodorini frullati, le mandorle e la cialda di parmigiano tritata, come guarnizione aggiungo i pomodorini interi una parte di cialda lasciata da parte.




sabato 4 aprile 2015

Torretta di crepes rucola e stracchino!!

Oggi condivido con voi una mia passione, quella per i tatuaggi, infatti io con una mia amica siamo tornate proprio poco fa,siamo andate a farci  l'ennesimo tatuaggio, non so perché, ma quando inizi non ne puoi più farne a meno, ne vorresti un altro e poi un altro, è una vera e propria passione, ma nessuna mia passione può essere equiparata a quella per il cibo, a proposito ne approfitto anche per fare a tutti voi gli auguri per una buona Pasqua, tra abbuffate, amici e quant'altro!!

Questa ricetta è perfetta da fare in  primavera, che però tarda ad arrivare, una torretta di crepes farcita ad ogni strato con stracchino e rucola, che io adoro, e l'ho pensata per un venerdì di vigilia:

  • 3 uova
  • 4 cucchiai di panna 
  • 125 gr di farina
  • sale
  • 200 gr di stracchino 
  • rucola


Preparo la pastella per le crepes, sbatto bene le uova, aggiungo la panna, la farina setacciata e il sale, mescolo bene con una frusta facendo attenzione a non far venire i grumi, nel frattempo scaldo una padellina e la ungo con un po di olio, io ho usato quella in pietra, quando è calda aggiungo il composto a cucchiaiate, con questa dose dovrebbero venirci circa 10/12 crepes. 
Una volta fatte tutte le crepes compongo il piatto, spalmo un po di stracchino su ogni strato e ci aggiungo la rucola, continuo fino alla fine!
Vi auguro una serena e felice Pasqua a presto!!


mercoledì 1 aprile 2015

Colomba al cioccolato!

Questa ricetta mi ha abbagliato, ringrazio la dolcissima Consuelo per avermela fatta conoscere! E' la prima volta che mi cimento in una ricetta così lunga, ed elaborata, ma devo dire che sono abbastanza soddisfatta. Qui trovate tutti i passaggi spiegati alla perfezione da Consuelo, l'unica variante che ho fatto è stata quella di aromatizzare la glassa esterna all'arancia per il resto mi sono attenuta più o meno alla ricetta di Consuelo!


Primo impasto:

  • 375 gr di farina
  • 150 gr di lievito madre attivo
  • 140 gr di acqua naturale a temperatura ambiente
  • 105 gr di burro a temperatura ambiente
  • 95 gr di zucchero
  • 4 tuorli
Fatto il primo impasto lo metto a lievitare 12/15 ore 

Secondo impasto:
  • Primo impasto lievitato
  • 190 gr di farina 
  • 95 gr di zucchero
  • 90 gr di burro sciolto e freddo
  • 4 tuorli
  • 40 gr di acqua naturale a temperatura ambiente
  • 8 gr di miele
  • 6 gr di sale
  • 200 gr di gocce di cioccolato fondente
  • 300 gr di cioccolato fondente
  • scorza di un arancia grattugiata 
  • Granella di zucchero
Aggiungo tutti gli ingredienti al primo impasto e faccio lievitare di nuovo 12 ore, una volta lievitato metto il composto negli stampi e faccio lievitare di nuovo, a me c'è voluto circa 6 ore, lasciandole nel forno con la lucina accesa. L'ho cotte circa 60 minuti a 180 gradi, 
Ho fatto raffreddare le colombe e le ho glassate con il cioccolato fuso a bagno maria aromatizzato all'arancia. Per le spiegazioni più precise andate da Consuelo che è stata precisissima, e bravissima;)
Diciamo che io sono andata un po oltre di cottura, ho sempre paura che gli impasti lievitati facciano fatica a cuocersi così l'ho cotta un po troppo....;) Però dai devo dire che era buona e poi sbagliando si impara


sabato 28 marzo 2015

Fusilli asparagi e tonno!

Eccoli i miei amati asparagi, con l'arrivo della bella stagione ( se così possiamo chiamarla)  loro iniziano a spuntare, e noi siamo contenti perché Valter adora andarli a cercare, mentre io adoro cucinarli, perfetto no??
Dei parenti che abbiamo in Sardegna ci hanno mandato foto di chili e chili di asparagi, già raccolti da un po, proprio perché là facendo caldo prima,escono di conseguenza prima, quindi se siete da quella parti occhi aperti mi raccomando;)
Il primo mazzetto l'ho impiegato per fare una pasta semplice semplice, i fusilli asparagi e tonno.


  • 300 gr di fusilli
  • 80 gr di tonno
  • mazzetto di asparagi ( non li ho pesati)
  • 2 spicchi d'aglio
  • olio
  • sale
  • peperoncino


Per prima cosa ho tagliato gli asparagi a pezzetti piccoli e li ho messi in una casseruola con gli spicchi d'aglio e l'olio, faccio cuocere per circa dieci minuti aggiungendo un po di acqua, quando gli asparagi si sono ammorbiditi aggiungo il tonno, e faccio insaporire, aggiungo poco sale, e il peperoncino e spengo il fuoco.
Quando la pasta è ancora al dente la aggiungo agli asparagi e al tonno con un po di acqua di cottura e faccio mantecare il tutto!
Buona raccolta di asparagi a tutti ;)