giovedì 22 gennaio 2015

Cioccolata calda home made!!

E che inverno sia.....come molti sanno adoro l'inverno, il tepore di casa, l'intimità che si crea, i vetri appannati, i guanti di lana, il cappuccino bollente, la coperta di pile, gli abbracci sotto le coperte, camminare sotto la pioggia, e infine c'è lei, la cioccolata calda, colei che ci fa compagnia la sera davanti alla tv e ci scalda le mani ma anche il cuore, la cioccolata calda è romantica, crea un ambiente intimo, io non credo di averla mai comprata ma sempre fatta in casa, anche perché quella che si compra non viene densa come quella home made.


  • 80 gr di cacao amaro in polvere
  • 50 gr di cioccolato fondente
  • 30 gr di fecola di patate
  • 30 gr di amido di mais
  • 160 gr di zucchero a velo
  • vaniglia a piacere
Grattugio il cioccolato fondente e lo unisco alle polveri setacciate, metto il tutto in una bustina di plastica  per amalgamare bene tutti gli ingredienti, infine metto il preparato in un barattolo possibilmente con chiusura ermetica. Una volta che vogliamo farci una cioccolata calda scaldiamo 200 ml di latte in un pentolino e aggiungiamo 4 cucchiai di preparato, mescoliamo e portiamo a ebollizione.
Il bello di questo preparato è che si può aromatizzare come più ci piace, quella che vedete nella foto è aromatizzata all'arancia, ci ho grattugiato semplicemente un po di buccia di arancia e ho decorato con delle scorzette, una delle mie preferite è quella aromatizzata al peperoncino, si può anche aromatizzare col caffè, in questo caso usate quello solubile mischiato alla polvere.....insomma ci si può veramente divertire e fare tanti barattoli etichettati, e quando arriva un ospite proporre le nostre cioccolate aromatizzate!!


martedì 20 gennaio 2015

Caramel toffee pie!!

Quanto mi piacciono questi nomi che gli americani danno alle torte, red velvet cake, apple pie, american carrot cake, pumpkin pie.....fa molto figo e sinceramente quando li sento nominare mi illumino. Quella che ho deciso di provare io è una torta canadese che ho scovato in giro per la rete, molto semplice.

Per la frolla:

  • 1 uovo
  • 75 gr di burro
  • 75 gr di zucchero
  • 1/2 bustina di lievito
  • farina q.b
Per il ripieno:
  • 250 gr di caramelle mou
  • 4 fogli di colla di pesce
  • 150 gr di latte
  • 100 gr di panna da montare non zuccherata
  • 40 gr di acqua


Preparo la frolla, sciogliendo il burro, aggiungo lo zucchero, le uova la farina e il lievito e metto a riposare mezzora in frigo. Nel frattempo preparo il ripieno, metto le caramelle in un pentolino con l'acqua,il latte, e faccio sciogliere bene, quando le caramelle si sono sciolte ci aggiungo i fogli di gelatina che avevo precedentemente messo in ammollo in acqua fredda.
Stendo la frolla e la cuocio in forno a secco per 30 minuti a 150 gradi.
Quando il ripieno di caramelle si è raffreddato monto la panna e la aggiungo alle caramelle per poi mettere il tutto all'interno del nostro guscio di frolla. Poi decorate a piacere


domenica 18 gennaio 2015

Spaghetti cozze e crema di cannellini

Buona domenica a tutti!! Qui splende il sole, noi abbiamo appena finito di pranzare e aime domani si ricomincia a lavorare, le ferie sono finite, però sono servite per ricaricarmi e fare tutte quelle cose che purtroppo a volte non riesco a fare, e poi sono contenta, non riesco a stare troppo a casa.
Questa ricetta l'ho copiata di sana pianta l'ha cucinò un giovane chef nella trasmissione masterchef magazine, mi è sembrata interessante e molto facile, gli spaghetti con le cozze e una cremina di fagioli cannellini.


  • 250 gr di spaghetti
  • cozze
  • 150 gr di fagioli cannellini in barattolo
  • aglio
  • olio
  • prezzemolo
  • peperoncino
  • sale




Per prima cosa ho aperto le cozze mettendole in una padella capiente con il coperchio, una volta aperte le ho sgusciate una ad una e fatte soffriggere con dell'olio e aglio in una padella, aggiungendo tre cucchiai di acqua delle cozze, infine ho aggiunto del prezzemolo tritato e del peperoncino. Ho scolato i cannellini e sciacquati sotto l'acqua corrente, li ho frullati con un goccio di acqua delle cozze, ho buttato la pasta e l'ho scolata al dente per poi finire di cuocerla nel soffritto, con un po di acqua di cottura della pasta che contiene amido e fa si che crei una bella cremina. Infine ho scaldato leggermente la crema di cannellini al microonde e l'ho messa direttamente nel piatto con un filo di olio a crudo.
Devo dire una vera delizia!

giovedì 15 gennaio 2015

Garganelli al ragù e rucola!

Questa ricetta ha una storia lunga.....che poi tanto lunga non è, qualche giorno fa il mio fidanzato guardando la tv vide una ricetta simile a questa, e mi ha espressamente chiesto di rifargliela....il problema è che dalle sue spiegazioni io non ho ben capito, anche perché non si ricordava bene come fosse..... pasta, ragù rucola e pomodoro.....a lui sono piaciuti un sacco, io li avrei fatti bianchi visto che c'è la rucola, ma lui era sicurissimo che ci fosse il pomodoro......mah... io ho fatto come diceva lui e devo dire che mi sono piaciuti tanto anche a me, nonostante fossi scettica.




  • 200 gr di garganelli paglia e fieno
  • 50 gr di carne macinata
  • 1 salsiccia
  • un mazzetto di rucola
  • passata
  • aglio 
  • cipolla
  • vino bianco 1/2 bicchiere
  • olio evo
  • sale
  • parmigiano grattugiato
  • peperoncino

Ho messo l'olio in una padella con l'aglio e la cipolla, ho aggiunto la carne e ho fatto cuocere bene, ho sfumato con il vino bianco e ho lasciato evaporare, poi ho aggiunto la rucola e dopo poco il pomodoro, infine sale e peperoncino, ho fatto risottare i garganelli lasciandoli un po indietro di cottura e li ho fatti finire di cuocere nel ragù, infine oltre al parmigiano che è facoltativo ci ho spolverato un po di rucola fresca.

martedì 13 gennaio 2015

Cuoricini alle mele!

Finalmente sono in ferieee, c'è l'ho fatta, e ho già cominciato a cucinare come una pazza, e domani invece mi do allo shopping, me lo merito un pochino no??? mi rispondo da sola siiiiii che me lo merito!!!
Oggi invece ho passato la mattinata in ospedale con mio padre per un day hospital che fortunatamente è andato bene e abbiamo tirato un bel sospiro di sollievo, così stasera ho deciso di preparargli un dolce leggero che va benissimo anche per i più piccoli, visto che gli ingredienti sono sani e non grassi, è veramente semplice e banale, solo che volevo provare degli stampini a forma di cuore che ho comprato qualche giorno fa, troppo carini e visto che si avvicina san valentino li potrei anche riutilizzare...chissà!!



  • 3 uova
  • 100 gr di zucchero
  • 100 gr di farina
  • mezza bustina di lievito
  • un pizzico di sale
  • 1 mela
  • 1 bustina di torta gel
  • 250 ml di acqua 
  • 3 cucchiai di zucchero 
Ho montato gli albumi con metà dello zucchero e un pizzico di sale, poi ho montato i tuorli con l'altra metà dello zucchero, ho aggiunto gli albumi ai tuorli senza smontare il composto, infine ho aggiunto la farina e il lievito setacciati, sempre facendo attenzione, nel frattempo pulisco una mela e la faccio a fettine e l'aggiungo al composto di uova e farina, imburro i miei stampini e li riempo con il composto e metto in forno già caldo a 180 gradi per 20 minuti, quando sono cotti li lascio raffreddare!
Preparo la gelatine mettendo una bustina di tortagel in un pentolino con 3 cucchiai di zucchero e 250 ml di acqua, appena inizia a bollire tolgo dal fuoco e aspetto 2 minuti circa e con l'aiuto di un cucchiaio cospargo un po di gelatina sopra le miei tortine. 
Adoro la gelatina sopra questi dolci, li rende più chic e professional, e poi anche la consistenza cambia!








mercoledì 7 gennaio 2015

Mezze lune di verza e patate con un ragù di salsiccia e cipolla!!

Finalmente siamo tornati alla normalità e io un po più libera riesco a postare questa ricetta. A proposito Buon anno a tutti e spero che abbiate passato delle belle feste, io tutto sommato si, però sono contenta che siano finite, così ho più tempo e poi la prossima settimana andrò in ferie, e non vedo l'ora, comunque bando alle ciance questa è una ricetta del riciclo, infatti, mi erano avanzate della verza e patate, così ho pensato ad un bel ripieno. Io la verza generalmente la faccio con le patate, prima tutto bollito poi li ripasso in padella con olio e aglio, ma siccome erano tre giorni che mangiavo verza, ho deciso di trasformarla in un altro piatto decisamente più succulento.


Il mio problema di quando faccio questi piatti sono le dosi, perché non peso niente e faccio tutto a occhio, quindi perdonatemi se non sarò precisa con gli ingredienti.

  • verza e patate avanzate
  • 2 uova
  • 200 gr di farina
  • 2 salsicce
  • mezza cipolla dorata
  • olio
  • sale
  • peperoncino
  • parmigiano grattugiato
Ho messo nel mixer qualche cucchiaio di verza e ho frullato grossolanamente, poi ho preparato la pasta con 2 uova e 200 gr di farina, l'ho lasciata riposare circa mezzora e l'ho stesa, ho messo abbondante ripieno aiutandomi con un cucchiaio, e ho ripiegato la sfoglia e con le dita ho fatto uscire l'aria, con un coppa pasta ho creato le mezzelune. Per il ragù ho messo dell'olio in una pentola con la cipolla, poi ho aggiunto la salsiccia sbriciolata e ho fatto cuocere bene, infine ho salato ma non troppo, quando le mezzelune sono cotte le tuffo nel ragù con un po di acqua di cottura. Infine parmigiano e peperoncino a piacere, io abbondante peperoncino ovviamente.

Potrei anche consigliare qualche cucchiaio di panna o un formaggio cremoso delicato per fare la cremina, ma io ho preferito così, e devo dire che la pasta ripiena ultimamente mi sta dando grandi soddisfazioni, questi erano buonissimi.



martedì 16 dicembre 2014

Torta glassata agli amaretti!!

Ci siamo quasi, il Natale si avvicina, questa potrebbe essere uno dei tanti dolci che si potrebbero gustare la mattina di Natale, una delle più belle mattine dell anno, anzi la più bella mattina dell'anno, fin da piccoli aspettavamo la mattina di Natale con impazienza, non dormivamo la notte per  fiondarci l'indomani mattina prestissimo sotto l'albero a controllare quanti doni Babbo Natale ci aveva portato, e la felicità si protraeva per tutto il giorno, giorno che si passava con la famiglia, a giocare, mangiare chiacchierare, poi quando si cresce il Natale cambia, diventa la festa dei bimbi e noi adulti gioiamo nel vederli felici e facciamo di tutto per far si che il Natale lasci dei bei ricordi anche a loro, come li ha lasciati a noi, per me la mattina di Natale da un po di anni a questa parte è diversa, perché lavoro, quindi posso solo immaginare come potrebbe essere, lo so è un po triste, ma sarebbe peggio se il lavoro non ci fosse, anche se lo ammetto, un po rattrista.


Questo dolce lo rifarò sicuramente, è molto semplice e molto gustoso, nasce dalla necessità di sfruttare una confezione di amaretti che avevo comprato per fare una crostata, che poi non ho fatto.


  • 200 gr di amaretti
  • 160 gr di zucchero
  • 100 gr di farina
  • 70 gr di fecola di patate
  • 3 uova intere
  • 2 tuorli
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • zucchero a velo qb
  • acqua qb
  • cramberrys
Inizio col montare le uova e i tuorli con lo zucchero fino che non diventa un composto molto montato chiaro e spumoso, poi aggiungo la farina, la fecola e il lievito, tutto setacciato e li incorporo mescolando dall' alto verso il basso per non far smontare il composto, infine aggiungo gli amaretti sbriciolati precedentemente mescolando sempre dall'alto verso il basso. Ho messo in forno per 45 minuti a 180°.
Quando il dolce è freddo lo decoro con la glassa fatta con lo zucchero a velo e l'acqua e l'ho decorato con i cramberrys secchi ma potete usare tutto quello che volete, io avevo anche pensato alle palline argentate ma non le avevo.


mercoledì 10 dicembre 2014

Spaghettone pancetta e zucca!!


Mi è stata regalata un bel pezzo di zucca, non sapevo cosa farmene visto che non amo molto le vellutate e le zuppe lo ammetto, ma adoro la pasta, così ho deciso di abbinare la zucca ad uno spaghettone bello grosso con la pancetta affumicata, diciamo che questo piatto era una scommessa, visto che non lo avevo mai provato, e vi assicuro che la scommessa l'ho vinta decisamente io, è un equilibrio di sapori, la zucca dolce che contrasta con la pancetta affumicata, e poi la cremosità che da la zucca è indescrivibile.

  • zucca gialla 150 gr
  • 200 gr di spaghetti grossi
  • 50 gr di pancetta affumicata
  • cipolla tritata
  • olio
  • sale
  • parmigiano grattugiato
Ho pulito la zucca, l'ho cotta al forno, e l'ho frullata con il mixer, poi ho soffritto la cipolla nell'olio e ci ho aggiunto la pancetta, l'ho fatta rosolare e ci ho aggiunto la zucca e il sale, infine ho cotto gli spaghetti e li ho mantecati nella zucca con l'acqua di cottura.


mercoledì 3 dicembre 2014

Cappellacci robiola e zucchine!

Bene, oggi sarebbe dovuto essere il mio giorno libero, ma così non è stato, perché abbiamo addobbato tutto il bar, conclusione, sono stanca morta, e ora meritato riposo.
Ma veniamo a noi, questo piatto l'ho fatto un sabato sera, uno di quei sabati anomali, ero sola perché Valter era andato a trovare i suoi in Sardegna e io quando sono sola cucino il doppio, proprio per colmare i vuoti e i momenti di solitudine, anche se i momenti di solitudine mi piacciono, servono anche quelli.


  • 2 uova
  • 200 gr di farina
  • 1 zucchina
  • 1 robiola
  • pochissima cipolla non deve sovrastare
  • sale
  • olio
  • parmigiano grattugiato
Ho preparato la pasta mescolando le 2 uova con la farina e appena formata la palla l'ho avvolta nella pellicola e l'ho messa a riposare in frigo.
Nel frattempo ho grattugiato la zucchina ci ho aggiunto poca cipolla e un filo d'olio e ho cotto il tutto al microonde per 15 minuti alla massima potenza, una parte di zucchina l'ho messo da parte per fare la salsa sul fondo del piatto, mentre nell' altra parte ci ho aggiunto la robiola e 2 cucchiai di parmigiano grattugiato e il sale.
Ho tirato la pasta e ho formato i cappellacci, nel frattempo ho tenuto da parte un cucchiaio di robiola e l'ho ammorbidita con l'acqua di cottura per la decorazione finale.

lunedì 24 novembre 2014

Brioche sfogliate!

Finalmente, questa è la prima volta che mi cimento in una ricetta così lunga e difficile....credevo, infatti, si è dimostrata si lunga ma non poi  così tanto difficile. La ricetta è quella di Montersino vi metto il link del video così potete andarlo a vedere, una volta capito bene il procedimento è semplicissimo e facilmente replicabile anche con delle variazioni, io essendo la prima volta ho seguito alla lettera le indicazioni di Luca Montersino e consiglio di fare altrettanto per chi è alle prime armi e non le ha mai fatte prima!!

Per il lievitino:

  • 225 gr di acqua
  • 500 gr di farina
  • 70 gr di lievito di birra
Per l'impasto:
  • 1 kg farina 00
  • 300 gr di zucchero semolato
  • 40 gr di malto in polvere o miele
  • 150 gr di burro
  • 450 gr di uova intere
  • 300 gr di latte intero
  • 30 gr di sale
Per le pieghe:
  • 750 gr di burro
Io ho dimezzato tutte le dosi




Per prima cosa preparo il lievitino e lo metto in una ciotola con l'acqua, nel frattempo preparo l'impasto, metto tutti gli ingredienti in planetaria, e appena il lievitino viene a galla lo strizzo bene e lo aggiungo, formo una palla e metto a lievitare circa 10/12 ore.
Appena l'impasto è pronto lo stendo in un rettangolo spesso 2 cm, metto all'interno il burro che ho precedentemente appiattito e comincio con le pieghe, prima di stendere l'impasto per l'ultima volta l'ho metto a riposare di nuovo in frigo, poi stendo l'impasto e taglio dei triangoli, formo le briochine e le rimetto a lievitare un oretta circa, metto in forno a 180 gr per 20 minuti circa.
Molto più facile a farsi che a dirsi, come dimostra la foto.

Ma ho una domanda, se non voglio che si senta tutto quel burro con cosa posso sfogliarle???e perchè quelle del bar non sanno così tanto di burro??