lunedì 3 agosto 2015

Gli gnudi!!

E' strano, abbiamo ricette vicinissime a casa nostra ma ne ignoravamo l'esistenza, proprio come gli gnudi, ricetta tipica toscana, gli ho scoperti nel blog della bravissima Giulia, e devo dire che sono buonissimi e gustosi, io al contrario di Giulia ho usato la ricotta di mucca e le verdure congelate aimè!!
Io vi lascio la ricetta pari pari a quella di giulia:


  • 250 gr di spinaci freschi
  • 250 gr di bietole fresche
  • 2 cucchiai di olio
  • 1 spicchio d'aglio
  • 300 gr di ricotta di pecora
  • 1 uovo
  • sale
  • 4 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • noce moscata
  • farina

Per prima cosa metto a lessare le verdure in acqua salata
appena pronte le strizzo bene e le metto a soffriggere con olio aglio in una padella
le lascio raffreddare e le sminuzzo al coltello
le metto un una ciotola e ci aggiungo il sale, il parmigiano, la ricotta, la noce moscata e l'uovo
lavoro bene il composto e formo gli gnudi ovvero delle polpette
le infarino e li tuffo in abbondante acqua salata per 5 minuti
nel frattempo preparo un sughetto semplicissimo al pomodoro
appena pronti impiatto




martedì 21 luglio 2015

Aglio olio e peperoncino rivisitata!!

Se penso all'estate mi vengono in mente i tramonti che vedevo da piccola, i giochi con l'acqua fatti con mio padre, le merende sotto il moro, l'altalena, l'uscire alle sei di sera per giocare a palla con la mia migliore amica e fare sempre tardi perchè quella era l'ora più bella per stare fuori, nascondersi dietro i rotoli di fieno e chiacchierare, guardare le formiche e capire il loro piccolo mondo, sedersi davanti casa dopo cena per cercare un po di fresco, correre nei campi e tornare a casa tutte sporche e prendersi l'ennesima sgridata, stare in mezzo agli animali, mangiare i primi frutti dall'albero, quante volte da piccoli abbiamo detto vorrei essere grande, e adesso non so più le volte che ho detto vorrei ritornare bambina, senza pensieri e preoccupazioni, avere l'ingenuità e la bontà che solo un bimbo può avere, e quando mia mamma mi diceva : non avere fretta di crescere che poi tutto cambia,  a quelle parole io ridevo e non capivo, non vedevo l'ora che arrivassero i 14 poi i 18 e poi? e adesso? Adesso si cerca la serenità e piano piano la sto trovando, la vita è un percorso, bisogna viverla al meglio e al massimo....e soprattutto senza rimpianti, perchè ciò che è perso è perso....ma ciò che si trova potrebbe essere un tesoro inatteso.

E dopo quest'attimo di malinconia io direi di passare alla ricetta, che appena mangiata mi ha resa subito felice, un aglio, olio e peperoncino rivisitata, ovvero con l'aggiunta di panna e fiori di zucca:



  • 200 gr di spaghetti
  • 6 fiori di zucca
  • 3 spicchi di aglio interi
  • olio
  • peperoncino
  • 3 cucchiai di panna
  • prezzemolo
In una padella metto l'olio e i 3 spicchi d'aglio sbucciati e leggermente schiacciati, faccio soffriggere e aggiungo i fiori di zucca a cui ho tolto il picciolo interno e fatti a striscioline, faccio insaporire, alla fine aggiungo la panna e il peperoncino. Butto gli spaghetti in acqua bollente salata e ancora al dente li butto nel condimento con l'aggiunta di acqua di cottura, manteco bene e infine una bella spolverata di prezzemolo tritato....e devo dire che questa pasta mi ha reso mooolto felice!!



sabato 11 luglio 2015

Tortino al pomodoro!!

Come tutti gli anni a casa mia si fa l'orto, e puntualmente come ogni anno l'orto inizia a sfornare verdure belle e buone, e io vado in crisi per l'eccessiva produzione e le poche idee, l'anno scorso è successo con le zucchine, quest'anno coi primi pomodori, ma, avevo questa ricetta conservata da un po....e ho deciso di provarla, e devo dire che non mi ha deluso....anzi!


  • 20 pomodorini 
  • 3 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 1 uovo
  • sedano
  • carota
  • cipolla
  • basilico
  • olio
  • sale
  • peperoncino
  • glassa all'aceto balsamico

Per prima cosa metto un po di olio in una padella e ci aggiungo il sedano la carota e la cipolla, faccio insaporire e ci aggiungo i pomodorini tagliati a meta, faccio cuocere un po, e una volta cotti e raffreddati aggiusto di sale e peperoncino, ci aggiungo il parmigiano e frullo tutto col mixer, proseguo aggiungo 1 uovo e un po di basilico tritato, imburro due stampini e ci verso il composto, metto in forno per 15 minuti a 180 gradi, aspetto che si raffreddino e li scaravolto nel piatto e guarnisco con la glassa di aceto balsamico!
Dovete assolutamente provarli non ve ne pentirete!



Vi lascio con una frase sui cambiamenti, a me averla letta mi ha dato un po di coraggio.....questo periodo ne ho bisogno: " Non puoi scoprire nuovi oceani fino a quando non hai il coraggio di perder di vista la spiaggia "

domenica 5 luglio 2015

Parmigiana di cozze e melanzane!

Giornata calda quella di oggi, io il pomeriggio l'ho passato in modalità relax, non c'è la potevo fare ad uscire, così sono rimasta in casa, doccia fresca, clima acceso, e blog, il massimo della vita eheheheh insomma, ma a volte ci vuole e mi piace lasciare il mondo fuori e disconnettermi.

E' da un po che mi vanno le cozze, così giovedì giorno di mercato, ne ho prese un bel chilo emmezzo, un po le ho fatte gratinate, le altre ci ho fatto la parmigiana di cozze e melanzane:


  • 4 fette di melanzane spesse
  • cozze
  • polpa di pomodori a pezzi
  • mozzarella
  • basilico
  • 1 spicchio d'aglio
  • olio 
  • sale
  • peperoncino
  • parmigiano grattugiato



Per prima cosa ho tagliato le melanzane in rondelle spesse e le ho messe a grigliare, nel frattempo ho preparato il sughetto di cozze, in una padella ho messo l'olio lo spicchio d'aglio e le cozze che ho fatto aprire precedentemente, ho fatto insaporire e ci ho aggiunto il pomodoro, e un po di acqua delle cozze, un po di basilico, sale e peperoncino.
Una volta cotte le melanzane le ho disposte in una teglia con carta forno, ho messo una fetta di melanzana, un po di sugo con le cozze, e la mozzarella, ho proceduto così fino al quarto strato,  prima di infornare ci ho dato una bella spolverata di parmigiano. In forno circa 10 minuti con la funzione grill.

mercoledì 24 giugno 2015

Roll di pollo farciti con speak e fagiolini con una panatura ai semi di sesamo!!

La scorsa settimana sono andata a mangiare sushi per la prima volta, e devo dire che l'ho adorato, o ti piace o lo detesti, io l'ho adorato, non credevo potesse piacermi così tanto, ne sono rimasta piacevolmente sorpresa e non avrei mai smesso di mangiare. Poi altra sorpresa, le bacchette, mi incutevano un certo timore, e invece è abbastanza semplice, ed è pure divertente, ci si mette un po più tempo, ma non importa non c'era fretta, e non vedo  l'ora di rifarlo assolutamente.

Questi roll sono solo di ispirazione giapponese, anche perché non centrano nulla col sushi, in quanto sono fatti di pollo, diciamo che mi sono solo ispirata vagamente ai rotolini del sushi!


  • 2 fette di petto di pollo
  • 4 fette di speck
  • 4 fagiolini
  • 2 uova
  • sale
  • pane grattugiato q.b
  • farina q.b
  • semi di sesamo q.b
  • olio per friggere
  • 80 grammi di tonno
  • maionese a piacere
  • 7 capperi piccoli
Per prima cosa farcisco le fettine di petto di pollo con lo spek e i fagiolini, le arrotolo, le chiudo con due stuzzicadenti e le faccio rosolare in un filo d'olio, non occorre che cuociano alla perfezione all'interno perché tanto poi andranno fritti. Una volta rosolate tolgo gli stuzzicadenti e taglio dei roll di circa 2 cm di altezza, metto l'olio per friggere a scaldare, e passo ogni rotolino prima nella farina, poi nell'uovo e infine nel pane grattugiato in cui ho aggiunto i semi di sesamo, e li metto a friggere nell'olio caldo. Metto il sale per ultimo e  preparo la salsa tonnata frullando il tonno, la maionese e i capperi e compongo il piatto.
Se volete al posto della salsa tonnata potete usare una riduzione di soia.









domenica 21 giugno 2015

Crostata al cacao piccante, crema e banane!

Mi scuso con tutti voi per la mia assenza, ma come ho già detto il lavoro in estate aumenta, e io ne sono completamente assorbita, ne risente tutto, la casa, gli amici, la famiglia, ma purtroppo è la vita, ma fortunatamente cerco di ritagliarmi spazi di relax, come quando ho creato questo magnifico dolcetto, una frolla al cacao e peperoncino, farcita con crema pasticcera cotta al microonde e banane, una vera delizia.

Per la frolla:

  • 150 g di farina
  • 65 gr di zucchero
  • 15 gr di cacao amaro
  • 1 tuorlo
  • 75 gr di burro
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1 cucchiaino di peperoncino in polvere
Per la crema pasticcera:
  • 250 gr di latte
  • 2 tuorli
  • 75 gr di zucchero
  • 20 gr di farina
  • scorza di un limone

  • 1 banana




Faccio la frolla unendo tutte le polveri le uova e il burro freddo a pezzi, quando ho formato una palla la avvolgo nella pellicola e la metto in frigo a riposare, nel frattempo faccio la crema pasticcera al microonde, metto in una ciotola la farina, lo zucchero, i tuorli, il limone e infine il latte, metto nel microonde alla massima potenza per due minuti, tolgo e do una bella mescolata con la frusta e rimetto nel microonde sempre per due minuti alla massima potenza, continuo così fino che la crema pasticcera è pronta, ci metto la pellicola a contatto e la faccio raffreddare. Prendo la frolla la stendo in uno stampo a piacere e la cuocio, per 15 minuti a 180 gradi, quando è cotta la faccio raffreddare e la farcisco con la crema e le rondelline di banane.
La frolla piccante si sposa da Dio con il cacao e la crema, dovete assolutamente provarla!!

venerdì 5 giugno 2015

Shirataki con salmone e zucchine!

Oggi si sperimenta, è da un po che cercavo gli Shirataki, ma all' auchan lo scaffale era sempre vuoto, andavano a ruba.
Gli shirataki per chi non lo sapesse sono degli spaghetti tipo noodels fatti di konjak. ovvero una radice giapponese che cresce in montagna, ed è altamente nutriente e poco calorica, 100 grammi solo 10 calorie, il konjak ha la caratteristica di mantenere pulito l'intestino e prevenire il cancro, quindi capite la mia curiosità nel provarli, nota dolente potrebbe essere il prezzo, una confezione l'ho pagata quasi 5 euro.



  • 1 confezione di shirataki
  • 100 gr di salmone
  • 1 zucchina
  • 1 spicchio d'aglio
  • sale
  • pepe
  • peperoncino
  • olio qb
Per prima cosa taglio le zucchine e le metto in una padella con l'olio e l'aglio, quando sono quasi cotte ci aggiungo il salmone e faccio insaporire tutto insieme, aggiungo un po di acqua e ci aggiungo gli shirataki scolati dalla loro acqua e sciacquati sotto l'acqua corrente, li faccio insaporire 5 minuti, aggiusto di sale, pepe e peperoncino e sono pronti, veramente velocissimi da fare.

Quelli che ho comprato io erano conservati in vaschette con la loro acqua ma so che ci sono anche secchi, da far rinvenire.



domenica 31 maggio 2015

Torta di ciliegie e ricotta!

Oggi è uno di quei giorni in cui ho bisogno di scrivere, per sistemare i pensieri, a volte aiuta, la penna scorre e tutto sembra più chiaro!
Questa ricetta l'ho presa su una rivista e mi ha colpita, neanche a dirlo per l'uso delle ciliegie, che adoro, l'ho modificata giusto appena e devo dire che è deliziosa, ricotta e ciliegie si sposano alla perfezione.

  • 500 gr di ricotta
  • 400 gr di ciliegie
  • 4 uova
  • 2 tuorli
  • 150 gr di zucchero
  • 1 limone non trattato
  • 1 bustina di gelatina per glassatura neutra
  • 250 mg di succo d'arancia
  • 3 cucchiai di confettura di ciliegie



Per prima cosa sbatto i sei tuorli con lo zucchero, finché raddoppiano di volume, ci aggiungo la scorza grattata del limone, a parte molto gli albumi a neve ben ferma, e li aggiungo allo zucchero e ai tuorli, cercando di non smontare il composto, verso il tutto in uno stampo con cerniera e faccio cuocere 55 minuti circa a 180 gradi.
Nel frattempo elimino il nocciolo alle ciliegie, e le taglio a metà, scaldo il succo d'arancia con la confettura e la gelatina, aggiungo le ciliegie e quando il tutto è tiepido lo verso sopra la torta e la metto in frigo 5 ore, per far rapprendere la gelatina.

Questa ricetta vorrei dedicarla agli incontri, quelli fortuiti, quelli casuali, quelli che non ti aspetti, quelli con le belle persone, persone oneste, sincere, leali, che ti stravolgono, e ti fanno ricredere sul senso dell'amicizia, dell'amore e della vita, persone che comunque andranno le cose ci saranno, sempre senza chiedere niente in cambio, io ho scoperto che esistono!

domenica 24 maggio 2015

Tagliolini pancetta melanzane e olive!!

Scusate questi giorni d'assenza, ma il lavoro si è fatto molto più intenso e di conseguenza i turni più lunghi e pesanti, quindi mi rimane anche difficile postare con costanza, ma non posso mica abbandonare il mio blog così.....assolutamente no...quindi posterò un po meno ma ci sarò;)
Questa ricetta è nata per caso, volevo fare la pasta coi broccoli ma i broccoli non c'erano e così  ho preso le melanzane la pancetta e le olive ed è nata la ricetta, i tagliolini sono fatti in casa ovviamente!!



  • 2 uova
  • 200 gr di farina
  • 100 gr di pancetta
  • 1 melanzana
  • una manciata di olive
  • olio
  • sale
  • peperoncino
  • 1 spicchio d'aglio
  • parmigiano grattugiato 
Per prima cosa prepara i tagliolini, con le 2 uova e i 200 gr di farina, formo una palla e metto a riposare in frigo per mezz'ora circa, nel  frattempo taglio le melanzane a cubetti piccoli e li metto in padella con un filo d'olio e uno spicchio di aglio, ci aggiungo la pancetta tagliata sottile e faccio insaporire il tutto, aggiusto di sale e appena spento il fuoco aggiungo un po di olive tagliate a metà. Passata la mezz'ora riprendo la pasta e la tiro con la nonna papera e faccio i tagliolini, appena pronti li tuffo in acqua bollente salata e li manteco nel condimento con un po di acqua di cottura per creare la cremina, se vi va una bella spolverata di peperoncino....che da me non manca mai e una grattugiata di parmigiano!!

sabato 16 maggio 2015

Pane integrale col poolish!!

Come avrete capito la scoperta della poolish mi ha esaltato, il pane viene leggero, gonfio e molto più digeribile usando pochissimo lievito, è stato subito amore dalla prima volta che l'ho usato, quindi, adesso farò un po di esperimenti, e siccome sto  cercando di perdere qualche chiletto, l'ho farcito con un formaggio spalmabile light e zucchine al forno! e devo dire che ho gradito molto, con poco ho creato una cenetta sfiziosa e sana!


Per la poolish:
  • 150 gr di farina manitoba
  • 3 gr di lievito di birra
  • 150 ml di acqua
Sciolgo il lievito nell' acqua e aggiungo la farina, mescolo velocemente con un cucchiaio di legno, copro con la pellicola, e lascio riposare 4 ore circa.

Per l'impasto:
  • 150 gr di farina integrale
  • 150 gr di farina manitoba
  • 300 gr di poolish
  • 200 ml di acqua
  • 13 gr di sale
Metto nella planetaria l'acqua col sale e ci aggiungo la poolish, faccio sciogliere il tutto, poi ci aggiungo la farina e faccio lavorare il gancio per 10/15 minuti, quando l'impasto è pronto lo faccio riposare fino che non si gonfia.
Una volta che l'impasto è lievitato lo rilavoro e formo i miei panini, e li rimetto a lievitare circa un ora, una volta cotti e raffreddati li farcisco a piacere!